Mutui casa, sospensione possibile fino al 31 dicembre 2021

Il periodo di grave difficoltà economica e finanziaria che il Paese sta vivendo ha indotto il governo a modificare l’art. 12 del decreto Liquidità e, di conseguenza, prolungare la sospensione dei mutui per un ulteriore anno, fino al 31 dicembre 2021.

Dunque, ci sarà ancora diverso tempo per poter usufruire della proroga del pagamento delle rate del mutuo, permettendo a una serie di lavoratori appartenenti alle categorie più colpite dalla crisi di poter disporre di un anno in più per ripagare il proprio mutuo, nell’evidente e condivisibile auspicio che la situazione possa migliorare nel medio termine.

Continua a leggere Mutui casa, sospensione possibile fino al 31 dicembre 2021

Mutui casa: i tassi bassi favoriscono (ancora) le surroghe

Il nuovo dossier CRIF sull’evoluzione dei mutui casa non fornisce particolari spunti di novità rispetto a quello del trimestre precedente, accertando come la forte riduzione degli indici IRS che era stata registrata all’inizio dell’anno sia stata oggetto di consolidamento anche in epoca di lockdown, spingendo così verso l’alto il numero delle surroghe. Come a dire che, insomma, rottamare il vecchio mutuo è ancora molto conveniente, e che chi vuole risparmiare qualcosa sulle rate del proprio finanziamento in ammortamento è molto probabile che lo possa fare ricorrendo alle alternative delle banche concorrenti rispetto a quella di concessione.

Continua a leggere Mutui casa: i tassi bassi favoriscono (ancora) le surroghe

Mutui casa, quali effetti dalla crisi da coronavirus

I dati CRIF e Abi ci segnalano che il 2020 è iniziato con una buona ripresa del prezzo al metro quadro degli immobili, e delle erogazioni dei mutui. Peccato solo che, in realtà, i dati sono aggiornati solamente al mese di febbraio e, dunque, non inglobano i primi gravi effetti determinati dal lockdown e dalle misure di distanziamento sociale che si sono rese necessarie per poter fronteggiare la crisi pandemica da nuovo coronavirus.

Cerchiamo allora di comprendere che cosa potrebbe accadere con i prossimi rilievi statistici, e quali saranno le tendenze del comparto creditizio e immobiliare nel brevissimo termine.

Continua a leggere Mutui casa, quali effetti dalla crisi da coronavirus

Tassi di interesse mutui 2020: cosa attendersi?

La riunione della Banca centrale europea dello scorso 24 ottobre non ha apportato specifiche novità in termini di policy monetaria, tanto che l’unico dettaglio degno di nota in tale evento è stato costituito dall’ultima presidenza di Mario Draghi.

Dunque, con tassi di interesse fermi (0,50% quello sui depositi, 0% quello sulle operazioni principali di rifinanziamento, 0,25% quello sulle operazioni marginali), val la pena spostare lo sguardo al prossimo futuro e, in particolar modo, al 2020 in corso di rapido avvicinamento.

Continua a leggere Tassi di interesse mutui 2020: cosa attendersi?

Mutui casa, erogazioni in crescita e tassi in calo

Secondo quanto afferma l’ultimo bollettino mensile di aprile dell’ABI, al 31 marzo 2019 i prestiti alle famiglie e alle imprese hanno registrato una crescita su base annua pari all’1,0%. Una buona spinta, influenzata (anche) dall’andamento delle richieste dei mutui: il totale di quelli in essere nelle famiglie italiane ha registrato uno sviluppo positivo per + 2,5% su base annua, confermando pertanto una buona progressione di una variabile oramai in fase di consolidato apprezzamento.

Continua a leggere Mutui casa, erogazioni in crescita e tassi in calo

Mutui casa, volumi e tassi in crescita tra il 2018 e il 2019

Il nuovo dossier ABI relativo al mese di gennaio 2019 ci fornisce un interessante spaccato del modo con cui è stato archiviato lo scorso anno, e la maniera con cui le principali variabili sul comparto creditizio – immobiliare stanno contraddistinguendo il nuovo esercizio.

Dai dati al 31 gennaio 2019, in particolare, emerge come i prestiti alle famiglie e alle imprese abbiano registrato una crescita su base annua pari all’1%, e che in tale progressione i mutui abbiano fatto una figura ancora più brillante, considerato che il relativo mercato (a dicembre 2018) è aumentato del 2,5% su base annua. Continua a leggere Mutui casa, volumi e tassi in crescita tra il 2018 e il 2019

mutui casa

Mutui casa, giugno si chiude con un segno positivo: +3,6%

I dati sui mutui forniti dal Barometro CRIF, il Sistema di Informazioni Creditizie della Centrale Rischi Finanziaria, sono discretamente incoraggianti. Aggiornati alla fine del mese di giugno 2018, il Barometro afferma infatti come nel corso del mese centrale dell’anno si sia manifestato un incremento nel numero di domande di mutui, che ha concluso il periodo con un balzo in avanti del 3,6% rispetto al periodo di confronto precedente: un incremento che non ha però evitato all’intero primo semestre di andare in archivio con il segno meno (- 4,4%) rispetto a quanto non fosse accaduto nello stesso periodo del 2017. Continua a leggere Mutui casa, giugno si chiude con un segno positivo: +3,6%

Mutui casa report ABI

Mutui Casa: cresce del +2,6% l’ammontare complessivo tra le famiglie italiane

Stando a quanto asserisce l’ABI nel suo ultimo bollettino mensile, l’ammontare complessivo dei mutui in essere delle famiglie italiane ha registrato una variazione positiva del 2,6% nell’ultimo mese ufficiale di riferimento statistico (febbraio 2018), su base tendenziale. Una conferma dei buoni presupposti che erano maturati negli ultimi trimestri, e che fa ben sperare per una prosecuzione della positiva dinamica dei prestiti per l’acquisto casa erogati dagli istituti di credito tricolori. Continua a leggere Mutui Casa: cresce del +2,6% l’ammontare complessivo tra le famiglie italiane

Mutui casa, i dati Crif di inizio anno confermano il calo della domanda

Nel suo barometro di inizio anno, Crif evidenzia come le interrogazioni relative alle richieste di nuovi mutui e surroghe siano calate del 10,8% rispetto a quanto non fosse stato riscontrato nello stesso periodo del 2017. Un dato che risulta essere pesatamente condizionato dalle surroghe e che, peraltro, non costituisce certamente una sorpresa, visto e considerato che dallo scorso mese di marzo il report della Centrale Rischi ribadisce una contrazione su base annua dell’elemento statistico di cui sopra. Continua a leggere Mutui casa, i dati Crif di inizio anno confermano il calo della domanda